Archivio for dicembre 2nd, 2017

Acerbo (PRC-SE): Non saremo nella lista di D’Alema e Bersani. Domani la proposta alternativa di Rifondazione Comunista

Acerbo (PRC-SE): Non saremo nella lista di D’Alema e Bersani. Domani la proposta alternativa di Rifondazione Comunista

COMUNICATO STAMPA
Oggi e domani si riunisce a Roma il Comitato Politico Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea.
Acerbo (Prc-Se): «Non saremo nella lista di D’Alema e Bersani. Domani la nostra proposta»
Il segretario nazionale PRC Maurizio Acerbo incontrerà i giornalisti alle 11 di domani, domenica 3 dicembre presso il Roma scout center, in largo dello Scautismo 1.
«All’ordine del giorno – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – la decisione sulla presentazione alle prossime elezioni politiche di una lista della sinistra antiliberista che abbia un programma di netta rottura con le politiche dei governi degli ultimi 25 anni.
Non saremo nella lista di D’Alema e Bersani perchè riteniamo che rappresenti una minestra riscaldata, la riproposizione della vecchia classe dirigente che ha votato la legge Fornero e mille altre schifezze e ora pretende di rappresentare la sinistra per poi ricontrattare l’alleanza col PD dopo le elezioni.
Abbiamo lavorato per mesi nel percorso del Brancaccio per costruire un vasto schieramento capace di parlare a milioni di persone che non vanno più a votare o sono state dalla rabbia spinte verso il M5S.
Purtroppo MDP-Si-Possibile hanno preferito un accordo di vertice bloccando ogni ipotesi di costruzione democratica e dal basso di una sinistra «nuova e radicale».
Avremmo potuto contrattare anche noi qualche seggio ma riteniamo che mai come oggi in Italia ci sia bisogno di costruire un’alternativa credibile.
Lavoreremo quindi per una lista che dia voce alle classi popolari. Lavoriamo per aggregare la sinistra sociale e politica che fa cose di sinistra: nei conflitti sociali, nelle lotte, nei movimenti per la democrazia, i beni comuni, l’ambiente, la giustizia sociale, la solidarietà, la pace.
C’è una sinistra reale fatta di mille esperienze nei territori, di competenze, intelligenze, militanza, attivismo che può unirsi per costruire un processo nuovo.
Per questo ci siamo trovati in sintonia con la proposta venuta dal centro sociale napoletano Ex Opg Occupato Je so pazzo di una lista popolare per le prossime elezioni.
In tutta Europa i nostri compagni – Unidos Podemos, Melenchon, Syriza e tanti altri – hanno dimostrato che nuove aggregazioni, che uniscono sinistra radicale e esperienze di movimento , possono dare voce a chi oggi non è rappresentato da forze che portano avanti politiche che rendono i nostri paesi sempre più ingiusti e poveri».
2 dicembre 2017

Invito a LIBERaMORTARA

Invito a LIBERaMORTARA

locandina-libera-2017invito a LIBERaMORTARA

Domenica 10 dicembre 2017 alle ore 21.00 nella Sala Conferenze di Palazzo Cambieri di Mortara l’Associazione Culturale Il Villaggio di Esteban propone a tutti, come ogni anno l’Evento nell’Avvento: una iniziativa voluta per incontrare e dare risalto a realtà ed associazioni di volontariato che operano nel nostro territorio. Quest’anno a collaborare con noi e portare a portare la propria esperienza nel Villaggio sarà “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” l’associazione di Don Ciotti che, proprio a tre passi da Mortara, a Vigevano, ha uno dei suoi presidi più forti e organizzati.
Con Libera parleremo di Legalità. Legalità sono quei percorsi che Libera anima in oltre 4500 scuole, anche in Lomellina, perché diceva  Nino Caponnetto “la mafia teme la scuola più della giustizia. L’istruzione taglia l’erba sotto i piedi della cultura mafiosa”.

Di illegalità, lo sappiamo bene, ce n’è molta anche in questa nostra terra, criminalità organizzata, strani incroci. Tanto  che  una commissione parlamentare d’inchiesta  studierà il fenomeno degli incendi divampati negli ultimi mesi sul territorio e più di 70 associazioni  ambientaliste pavesi hanno chiesto di far nascere un Osservatorio  che contrasti la diffusione dell’illegalità nella nostra terra.

Idealmente questa serata, posta all’inizio dell’inverno vuole rappresentare un ponte verso l’inizio della primavera, quel 21 marzo da anni Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie. Il giorno in cui si celebra, ovunque in Italia, giustizia, verità e dignità.

Racconteremo con poesie, narrazioni, interviste, musica e filmati tutto questo, ed anche la nostra voglia di legalità, il nostro amore verso questa terra e verso chi la abita.

Interverranno Alice ed altri volontari del Presidio Libera di Vigevano, il gruppo musicale dei Gandaranda con le percussioni di Wadudu Abdul Ibrahim, Marisa Palomella e Corrado Bega a curare regia e letture
Ingresso libero

ALLEANZA POPOLARE LOMBARDIA / ASSEMBLEA DI RITORNO / 16._12_2017

ALLEANZA POPOLARE LOMBARDIA / ASSEMBLEA DI RITORNO / 16._12_2017

Con l’assemblea Regionale del 26 ottobre a Milano abbiamo avviato in Lombardia, in vista delle elezioni regionali, la costruzione di un percorso democratico partecipato da cittadini democratici, rappresentanti di realtà di movimento impegnati nelle lotte di resistenza alle politiche neoliberiste, soggetti individuali e collettivi delle tante realtà della sinistra organizzata e diffusae che avevano recepito positivamente l’appello per la convocazione dell’Assemblea al Brancaccio lanciato a giugno da Anna Falcone e Tomaso Montanari.

All’interruzione del percorso unitario nazionale, che ha fatto emergere incongruenze di prospettiva dovute a un operazione politicista messa in campo da alcuni gruppi politici organizzati, ha fatto seguito la novità emersa con l’iniziativa del teatro Italia caratterizzata da una forte sottolineatura del carattere sociale e della collocazione del progetto nell’ambito di politiche alternative al PD e al centro sinistra.

In Lombardia, la positiva assemblea regionale del 26 ottobre a Milano è stata caratterizzata da tante adesioni e da un buon dibattito, ma oggi la discussione su cui sono impegnati i tavoli programmatici rischia di arenarsi in attesa degli sviluppi nazionali, mentre e’ urgente dar seguito da subito concretamente , nei tempi stretti imposti dal calendario delle elezioni regionali, al rilancio del percorso di costruzione di un’alleanza popolare anche per il nostro specifico contesto regionale.
Nell’organizzare l’assemblea regionale abbiamo constatato quanto viva fosse la reale possibilità unitaria di promuovere in Lombardia un programma radicale e un profilo di netta discontinuità col passato. Vogliamo continuare a farlo mettendo a frutto il patrimonio di relazioni che abbiamo costruito con centinaia di compagne/i della sinistra in tutta la regione.

Sentiamo quindi la necessità e il dovere politico di proseguire nel percorso avviato mantenendo l’attitudine unitaria e le porte aperte a tutti i soggetti che hanno partecipato e condiviso il percorso del Brancaccio e a tutti coloro che sono entrati in campo dopo la rottura di quella esperienza e intendono lavorare alla ricostruzione di una sinistra di alternativa.
Per questo proponiamo, come primo passo per riprendere il percorso avviato, una nuova assemblea regionale in cui discutere le proposte programmatiche elaborate dai tavoli. Siamo impegnati a coinvolgere in questa iniziativa tutte le persone, le compagne e i compagni, le aree e le soggettività della sinistra antiliberista e dei movimenti impegnati nei territori nella difesa dei diritti, dal lavoro alla salute, del territorio, dell’welfare, dei beni comuni.

Indiciamo quindi un’assemblea per il giorno 16/12/2017
A Milano presso la sala (che comunicheremo da questa casella di posta nei prossimi giorni).

Adriano Arlenghi (Pv), Alessia Loi ( Co), Amedeo Anelli (Lodi), Ettore Onano (Co), Francesco Ilardo ( Va), Lorena Tacco, Marco Noris (Bg), Mario Franzil (Va), Marsilio Gatti (Bs), Massimo Gallina (Pv), Maurizio Stefanini (Bg), Mauro Fadini (Bg), Mimma Aiello (Crema), Paolo D’Amico (Bg), Paolo Ferloni (Pv), Patrizia Colosio (Bs), Rita Zecchini (Mi), Stefania Costa Barbé (Pv), Tiziano Belotti (Bg), Valentino Macario ( Bg)