Programma

L’Altra Vigevano a Sinistra è per… UNA CITTA’ DELLA CULTURA
“Il continuo aumento della popolazione anziana impone un rafforzamento e una diversificazione delle attività del tempo libero, considerate non solo come meri passatempi, ma anche come possibilità, anche in età avanzata, di acquisire abilità o coltivare interessi da sempre trascurati. A questo scopo sono preziosissime le attività svolte dalle numerose realtà culturali, dalle associazioni, dai circoli, che andranno valorizzate adeguatamente e con cui si intende continuare a collaborare.
Così come occorrerà sviluppare il ruolo del teatro Cagnoni, delle strutture museali, delle biblioteche pubbliche e dell’Istituto Costa, con l’obiettivo di garantire il diritto alla cultura a tutti.
Una particolare attenzione sarà rivolta ai giovani: la cultura giovanile ha alcune sue specifiche espressioni e ha bisogno di spazi adeguati in cui possano tenersi manifestazioni giovanili a carattere culturale, ma anche sociale e ricreativo. Proponiamo di destinare a questo scopo l’area dell’Ex Macello che dovrà essere gestita in forma pubblica e partecipata, nonché di porre in atto tutte le azioni positive che consentano ai giovani di diventare maggiormente protagonisti delle progettualità che li riguardano.
Occorre altresì dare vita ad un evento con caratteristiche “uniche” a livello italiano che, nel tempo, rappresenti il segno distintivo culturale di Vigevano. In questo senso andranno analizzate le esperienze culturali in atto ed occorrerà privilegiare quelle che presentano caratteristiche di originalità e che possono rappresentare un elemento di richiamo a livello nazionale”.
(Dal programma amministrativo)
https://altravigevano.wordpress.com/il-programma/
altravigevano@gmail.com
603781_1426717604297524_8043151199414675058_n

L’Altra Vigevano a Sinistra è per… UNA CITTA’ DEL DIRITTO ALLA SALUTE
“Pur riconoscendo i forti limiti di competenze di un’Amministrazione Comunale nei confronti del settore sanitario, riteniamo importante assumere impegni, sia di indirizzo e di mobilitazione, sia volti a sollecitare Asl e Regione, affinché nel nostro territorio si realizzino condizioni di ottimizzazione degli interventi relativi alla salute.
In particolare vogliamo:
– promuovere la costruzione di una rete territoriale di ambulatori per avvicinare le prestazioni sanitarie alla popolazione di età più avanzata e quindi con minore mobilità e/o più fragile, attraverso un approccio multiprofessionale. Ad esempio favorire la creazione di consultori geriatrico e ostetrico/ginecologico, per le terapie oncologiche ed i servizi per i trattamenti fisioterapici;
– attivare, anche attraverso la stesura di protocolli operativi condivisi, uno stretto rapporto di collaborazione fra i medici ospedalieri, gli specialisti degli ambulatori territoriali ed i medici di base per garantire continuità terapeutica e uniformità dei trattamenti. In particolare anche con riferimento ai servizi socio-assistenziali quali: cure domiciliari, dimissioni “protette”, trattamenti riabilitativi;
– promuovere lo sviluppo dei consultori familiari, con l’intervento di mediatori culturali per favorire l’accesso delle popolazioni provenienti da altri Paesi;
– costruire uno stretto rapporto con i sindaci degli altri Comuni, appartenenti alla medesima Asl e con caratteristiche territoriali omogenee, al fine di attuare adeguati controlli, in particolare per la medicina ambientale (Arpa) e la medicina preventiva e del lavoro;
– affrontare il fenomeno del gioco d’azzardo e delle ludopatie impedendo la realizzazione di nuove sale da gioco, intensificando i controlli sulle attività esistenti, sollecitando gli esercizi pubblici a liberarsi delle slot machine;
– sviluppare azioni d’informazione e di contrasto culturale nei confronti di tutte le dipendenze, a partire dall’abuso di alcol.”
(Dal programma amministrativo)
https://altravigevano.wordpress.com/il-programma/
altravigevano@gmail.com
cropped-11025897_10205945152414098_8725190963844534669_o1
 10660182_1423153137987304_6824370086011692563_n

About the Author