Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero nel settore dei trasporti e della logistica

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero nel settore dei trasporti e della logistica

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero nel settore dei trasporti e della logistica

Nel settore dei trasporti e della logistica, gangli vitali della produzione e dell’ accumulazione capitalistica, settore in potente sviluppo su scala planetaria, lo sfruttamento intensivo della forza lavoro non conosce confini . Nel nostro paese lo sviluppo e la riorganizzazione complessiva del settore si è sviluppata da un lato attraverso le privatizzazioni che si sono via via succedute con esiti devastanti, vedi il caso Alitalia come esempio più noto ed eclatante, le liberalizzazioni imposte nel mercato del lavoro su scala Europea, e dall’altro nella gestione della logistica con l’utilizzo del sistema delle cooperative e degli appalti .

Nel Nord Italia, e non solo, in questi anni  un ciclo di lotte importante, di massa e radicali, ha sedimentato nuovi rapporti di forza e consapevolezza tra le lavoratrici e i lavoratori e  una potente tendenza allo sviluppo e all’estensione dei conflitti, alla loro unificazione. Di questo sono stati protagonisti in larga misura  i sindacati di base che hanno saputo raccogliere le esigenze di organizzazione e difesa maturate in questo settore di classe, con qualche eccezione positiva anche nel sindacato confederale come nel caso del riuscito sciopero generale indetto dall’assemblea di base della Filt di Vicenza.
Lo sciopero di domani 16 giugno e la piattaforma che lo sostiene sono un importante passaggio sulla strada, necessaria, dell’unificazione e della generalizzazione delle lotte nell’intero settore.
Per questo lo condividiamo e lo sosteniamo e saremo presenti domani alla giornata di mobilitazione e di lotta.
Enrico Flamini, segreteria nazionale Prc, responsabile lavoro
Paolo Benvegnù, dipartimento nazionale lavoro Prc

About the Author