Mese: aprile 2018

Dongo 2018. Ora e sempre Resistenza!

di Fabrizio Baggi

per la Redazione dell’Osservatorio Democratico sulle nuove destre di Como e provincia

Siamo a Dongo, un piccolo comune della Provincia di Como, un piccolo Comune che ha però una grandissima valenza storica. Stiamo infatti parlando del paese dove di fatto si è conclusa la dittatura fascista.

Ogni anno, tra il 28 ed il 29 aprile, con la scusa di commemorare i morti di Salò, l’ultradestra neofascista della peggior specie inscena a Dongo ed a Giulino di Mezzegra manifestazioni apologetiche dove simbologie, gestualità e paccottiglia fascista vengono sfoggiate indisturbate sotto gli occhi di tutte e tutti. (altro…)

In ricordo di PierLuigi Zuccolo

Il 29 Aprile 2018 è morto, a soli 60 anni d’età, all’ospedale di Imperia, provincia dove negli ultimi anni risiedeva, il nostro caro compagno Pierluigi Zuccolo.

Questo al termine di una lotta condotta con coraggio contro una grave forma tumorale.

Nell’esprimere le più vive condoglianze alla moglie Anna Vay e alla figlia Estella (chiamata così in ricordo del nome di battaglia di Teresa Noce), ricordiamo il suo impegno e la sua militanza politica con i comunisti.

Pierluigi ha lavorato nell’importante officina riparazioni ferroviarie di Milano.

E’ stato distaccato per un certo periodo al lavoro sindacale nella CGIL, durante il quale fu conosciuto e apprezzato da molti lavoratori nelle assemblee e nelle vertenze di lavoro. Iscritto al Partito Comunista Italiano, nel 1991, dopo lo scioglimento del Partito con la “svolta” della Bolognina, aderì al Partito della Rifondazione Comunista, diventandone uno dei primissimi attivisti in Lomellina.

Difatti diventò segretario del circolo di Dorno e consigliere comunale di questo Comune dove condusse una accanita lotta contro un grave progetto di devastazione ambientale: una discarica sulle rive del Terdoppio.

Questa battaglia, condotta con estrema decisione e ottenendo la partecipazione di molti cittadini di Dorno, Zinasco e di altri comuni della zona, fu tra le poche nella nostra provincia che ebbe un esito positivo, con il risultato di trasformare la zona prevista per la discarica in una “zona protetta”.

Pierluigi fece parte della segreteria provinciale di Pavia del Partito della Rifondazione Comunista dove fu incaricato di seguire i problemi del lavoro.

Si trasferì, dopo la pensione, in Liguria dove in breve tempo dette un forte contributo alla federazione di Imperia diventandone il segretario provinciale, nonché consigliere comunale di Diano Castello e tesoriere del Comitato regionale del PRC.

Le compagne e i compagni della provincia di Pavia lo ricordano per la sua umanità, per il suo impegno nelle feste e nelle iniziative della Federazione.

Nonostante si fosse trasferito in Liguria veniva sempre a dare una mano alla nostra festa provinciale e a quelle di alcuni circoli.

Lo ricordiamo sorridente, tra i fornelli delle cucine delle feste, con il grembiule unto, mentre preparava i cibi, sempre sostenuto dal suo perenne ”ottimismo della volontà”, esempio di impegno dalla parte dei lavoratori, degli oppressi e degli sfruttati.

Sappiamo che, in ultimo, assieme ai familiari, ha voluto sentire ”l’Internazionale” di Franco Fortini.

Un saluto a pugno chiuso.

Piero Rusconi e Giuseppe Abbà della Federazione Provinciale di Pavia del Partito della Rifondazione Comunista

Pavia 29 aprile 2018

Ci ha lasciato Pierluigi Zuccolo, segretario della Federazione di Imperia del Prc

Pubblicato il 29 aprile 2018

Il compagno PierLuigi Zuccolo, segretario della Federazione di Imperia del PRC, ci ha lasciato questa notte. Colpito da malattia sembrava, fosse riuscito a debellarla. Era ricoverato da un mese all’Ospedale di Imperia per effettuare una terapia. Grande è la sorpresa e il dolore dei comunisti e delle comuniste del nostro territorio e della Liguria, di cui era tesoriere regionale, per questa perdita.
Nato a Mede Lomellina nel 1958, era stato dirigente sindacale della CGIL alle Ferrovie dello Stato di Milano.

Si era trasferito da qualche anno a Diano Marina.

Allo scioglimento del Pci si era subito iscritto al Partito della Rifondazione Comunista.

Instancabile dirigente, animatore delle Feste di Liberazione nel Golfo Dianese, consigliere comunale di opposizione a Diano Castello, Pierluigi è sempre stato non solo dalla parte dei lavoratori, degli sfruttati nel nostro Paese ma anche dalla parte di chi, costretto ad abbandonare il proprio Paese per le guerre e la fame, si era rifugiato in Italia per cercare di andare in altre nazioni ma, bloccati alla frontiera con la Francia, erano e sono bisognosi di vestiti e coperte nel territorio di Ventimiglia.

Con lui il PRC imperiese e ligure perde un importante punto di riferimento non solo politico ma anche un organizzatore instancabile, capace anche nei momenti di difficoltà di diffondere speranza e allegria.

Cercheremo di non disperdere il tuo modo di essere comunista, caro compagno Zuccolo.

Un commosso e sincero abbraccio alla moglie Anna, alla figlia Estella e al genero.

Enzo Jorfida, segretario del Circolo del PRC di Sanremo.

I funerali si terranno a Diamo Marina mercoledì 2 maggio, ore 15, al cimitero.

Lettera di Antonio Gramsci alla madre

Antonio Gramsci, 22 gennaio 1891 – 27 aprile 1937.

«Carissima mamma, vorrei per essere proprio tranquillo, che tu non ti spaventassi o ti turbassi troppo, qualunque condanna stiano per darmi.
Che tu comprendessi bene anche col sentimento, che io sono un detenuto politico e sarò un condannato politico, che non ho e avrò mai da vergognarmi di questa situazione.
Che, in fondo, la detenzione e la condanna le ho volute io stesso, in certo modo, perchè non ho mai voluto mutare le mie opinioni per le quali sarei disposto a dare la vita e non solo a stare in prigione.
Che perciò io non posso che essere tranquillo e contento di me stesso.

(altro…)

Il villaggio di Esteban in festa per tutti i bambini del mondo

La solidarietà è uno sguardo carico di tenerezza e di suggestione, uno sguardo in cui si manifesta sempre la voglia di “avere cura del mondo”.

Domenica 6 maggio presso la Cascina Costa di Remondò (PV) (Strada Provinciale 596 n. 7), l’Associazione Culturale “Il Villaggio di Esteban” di Mortara si ritrova ed invita tutti ad una giornata di festa che questa volta sarà dedicata al tema dell’istruzione, come diritto per tutti i bambini del mondo e come opportunità unica di crescita per loro ma anche per le comunità in cui vivono.
Per il Villaggio di Esteban festa significa soprattutto incontrare nuove persone ed esperienze.

(altro…)

Immagini della manifestazione del 73° anniversario della Liberazione dal nazifascismo. 25 aprile 2018 nel Castello di Vigevano

Immagini della manifestazione del 73° anniversario della Liberazione dal nazifascismo, nel Castello di Vigevano.25 aprile 2018. ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Pubblicato da Rino Arrigoni su mercoledì 25 aprile 2018

Vigevano: conferenza su “Marx nostro contemporaneo” con il Collettivo Culturale “Rosa Luxemburg”

Comunicato stampa

“Marx nostro contemporaneo. A 200 anni dalla nascita una rivisitazione necessaria del suo pensiero e della sua azione”. E’ questo il titolo della prossima conferenza pubblica a ingresso libero della “Scuola di cultura e politica” organizzata dal Collettivo Culturale “Rosa Luxemburg” – Rete delle Alternative di Vigevano. L’appuntamento è per sabato 5 maggio con inizio alle ore 16, presso la Sala polivalente “Giuseppe Franzoso” della Biblioteca Civica “Lucio Mastronardi”, in corso Cavour 82 a Vigevano. La relazione introduttiva verrà svolta da Giorgio Riolo, esponente della Rete delle Alternative.

(altro…)

Una Lip Scuola “si aggira per l’Europa”

Pubblicato il 25 apr 2018

Loredana Fraleone*
Il gruppo di lavoro sull’educazione della Sinistra Europea si è riunito ad Atene per discutere il programma delle prossime elezioni europee e l’impianto del convegno sulla valutazione, che si terrà a Roma il prossimo ottobre. La riunione è stata preceduta da una visita al centro di accoglienza di Atene, ben organizzato e curato, nonostante l’aspetto spartano e la povertà dei mezzi a disposizione.

(altro…)

I VERTICI DEI CARABINIERI FALSIFICARONO IL VERBALE MEDICO DI STEFANO CUCCHI!

ILARIA CUCCHI

“A Ste!
Oggi i colleghi di coloro che ti hanno ucciso ci hanno detto che quando ti hanno visto la mattina dopo il tuo violentissimo pestaggio, tu stavi malissimo. Ci hanno detto che erano rimasti turbati per le condizioni in cui stavi. Qualcuno di loro scrisse qualcosa di questo nella sua annotazione di servizio. Ma non andava bene ed i superiori decisero che andava modificato. Che non c’era bisogno di essere cosi precisi. Meglio sorvolare. In fin dei conti eri solo un tossico tanto magro.
Per otto anni ci hanno preso in giro. Ho l’impressione, caro fratello mio, che non tutti quelli che dovrebbero sedere al banco degli imputati siano lì.
Ora però tremano, Ste, tremano loro. Allora eri tu a tremare poro fratello mio. E non de freddo. Ora tocca a loro. E non de freddo”.