Partecipate alla festa provinciale di RIFONDAZIONE COMUNISTA Federazione di Pavia

Torna la Festa provinciale di Rifondazione Comunista (PRC).

Da Venerdì 31 Luglio a Domenica 2 Agosto, i militanti del Partito organizzano la Festa di Liberazione presso la Cooperativa di Consumo in via Ticino 23 a Bereguardo.

Il ricavato della festa servirà per autofinanziare il Partito, permettere di mantenere aperti i presidi nelle località della Provincia, finanziare casse di resistenza di lavoratori in lotta, sostenere momenti di solidarietà attiva nelle emergenze, organizzare ulteriori momenti politici e ricreativi e in generale a finanziare la vita politica del Partito. In cambio si offriranno concerti, musica e ottimo cibo.

Si inizia Venerdì 31, con una serata dedicata ai giovani. Sul palco si alterneranno il gruppo folk Storytellers e il gruppo di rock agricolo indipendente Fiasco de Gama.

Sabato 1 agosto sarà la volta del ballo liscio accompagnato dal duo Giancarlo e Rosi.

Per finire Domenica 2 ci sarà una grande serata di Tango Argentino.

Tutte le sere a partire dalle 19 i militanti cucineranno piatti tipici e grigliate che serviranno agli ospiti a prezzi popolari accompagnati da birra e vino.

La festa è però prima di tutto un momento politico in cui si affronteranno temi di attualità internazionale e legati al mondo del lavoro.

Sabato, in compagnia di Nando Mainardi della Segreteria Nazionale del PRC e di Argyrios Panagopoulos rappresentante di Syriza in Italia faremo un dibattito incentrato sulle ‘ricette’ neoliberiste che scaricano sui lavoratori il peso della crisi, parleremo infatti di Jobs act un progetto contro i lavoratori del governo Renzi in Italia e del divieto di negoziati collettivi di lavoro imposto alla Grecia nel pacchetto di misure UE.

Domenica insieme a Giorgio Riolo, referente della Rete delle Alternative si parlerà degli scenari internazionali per capire l’altezza della sfida.

È un momento importante per radicare l’attività di tutto il Partito, ma anche della Sinistra in generale, e per riproporre l’attuale necessità di un fronte di sinistra antiliberista. È infatti anche con iniziative di questo tipo che si mostra la diversità dei Comunisti rispetto agli altri partiti e si ha la possibilità di portare ai cittadini e alle cittadine, ai lavoratori e alle lavoratrici il nostro messaggio di alternativa rispetto a questo sistema che mostra ogni giorno le sue contraddizioni, arricchendo i pochi e abbandonando a se stessi gli ultimi della società.

Per questo invitiamo i militanti e le militanti, i compagni e le compagne, simpatizzanti, cittadini e cittadine, lavoratori e lavoratrici a prendere parte alla Festa, portando il loro contributo e il loro sostegno alla lotta per un mondo diverso.