SUI PARCHEGGI “GRATUITI” AGLI ULTRA-SETTANTACINQUENNI.

Mortara, 31 gennaio 2016

 

SUI PARCHEGGI “GRATUITI” AGLI ULTRA-SETTANTACINQUENNI.

 

Avevo letto dell’iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Mortara per consentire il parcheggio gratuito agli ultra-settantacinquenni.

Dapprima, rinunciando in questa circostanza ad essere un incallito oppositore delle politiche di questa giunta, mi ero detto “vuoi vedere che stavolta ne hanno fatta una giusta?”

Ho dovuto rapidamente ricredermi in quanto alcuni cittadini interessati mi hanno fatto presente le sconcertanti modalità per ottenere il contrassegno.

Intanto si deve presentare domanda in carta da bollo da 16  euro, poi si deve guidare una macchina intestata al titolare del permesso, poi le soste dovranno essere “BREVI” e al Comando dei Vigili non hanno saputo precisare la durata.

Ora alcune domande si pongono:

  • Non era possibile una domanda in carta semplice come, ad esempio, si fa per gli altri spazi pubblici in modo da evitare la spese della marca da bollo? Con 16 euro di spese l’interessato può pagarsi con una vigente tariffa oraria di 50 centesimi ben 32 ore di sosta!
  • Se un signore di oltre 75 anni usa la macchina intestata alla moglie non può usufruire di questa sosta gratuita. Una semplice soluzione sarebbe stata quella di collegare l’agevolazione alla patente, non al possesso dell’automobile.
  • L’incertezza della durata della sosta che deve essere “BREVE” senza ulteriori precisazioni rende ulteriormente problematica l’operazione “PARCHEGGIO GRATUITO”.

Possibile che “lorsignori” non abbiano pensato a queste semplicissime questioni?

Purtroppo sì, presi come sono a farsi propaganda invece di risolvere i problemi!

Non posso fare a meno di farmi venire in mente una frase che un tempo campeggiava in certi esercizi pubblici : “SI FA CREDITO SOLO AI NOVANTENNI ACCOMPAGNATI DAI GENITORI”

 

 

  Teresio Forti

       Circolo di Mortara del Partito della Rifondazione Comunista