Il Comitato Pendolari Mimoal ha incontrato Regione Lombardia e Rfi

Il Comitato Pendolari Mimoal ha incontrato Regione Lombardia e Rfi

Articolo pubblicato sull’Informatore di Vigevano di giovedì 5 ottobre 2017

Il Comitato Pendolari Mimoal ha incontrato Regione Lombardia e Rfi Treni, si teme l’inverno: «Un piano anti-freddo»

VIGEVANO –

Primo incontro ufficiale in Regione per il neonato comitato pendolari, Associazione Mimoal.

La riunione si è svolta nei giorni scorsi a Milano e vi hanno partecipato la presidentessa del comitato, Vanessa Giancane, con Fabio Petrocchi, da diversi anni impegnato nel tavolo sullo stato della linea ferroviaria in rappresentanza dei pendolari. «L’incontro è stato breve, ma complesso – ha commentato Vanessa Giancane in un post sulla pagina Facebook del comitato –

Oltre alla presentazione conoscitiva dell’associazione si è parlato di un po’ di cose generali inerenti la linea. Non ci sono grandi novità. L’unica cosa che sappiamo è che a maggio la Regione è partita una gara d’appalto per l’acquisto di nuovi treni».

Un resoconto stilato da Petrocchi è invece molto più critico nei confronti dell’assessore regionale Alessandro Sorte, presente all’incontro con tre dirigenti del Settore Trasporti della Regione e Rfi nella persona dell’ ingegner Rosa Frignola (direttrice Asse Orizzontale della direzione Commerciale).

«Questo incontro – scrive Petrocchi – serviva a capire quale fosse la reale situazione aziendale sia di Trenord che di Rfi.

Trenord ultimamente ha una pessima manutenzione del proprio parco ferroviario e anche grosse pecche nella gestione delle emergenze.

Sulla manutenzione Sorte ci ha informato che effettivamente esistono dei problemi sia nella organizzazione interna delle officine, sia nella tempistica di riparazione».

Per quanto riguarda i disagi estivi e le prospettive invernali, «Rfi ha ammesso che giugno è stato un mese molto nero per loro, tanto che l’amministratore delegato ha chiesto ai vari settori di predisporre un piano “inverno” e un piano “estate” per il 2018 proprio per evitare débâcle come a giugno.

Abbiamo chiesto perchè Trenord non adotti piani simili ma da Sorte non abbiamo ricevuto alcuna risposta».

About the Author